10 cose da sapere sulle Stufe a pellet Laminox

10 consigli utili per scegliere la stufa a pellet più adatta alle vostre esigenze


Gruppo San Marco rivendirore specializzato di Stufe a pellet da sempre si impegna ad offrire ai propri clienti un'assistenza specializzata e una consulenza tecnica su prodotti quali stufe a pellet, pellet idro, termostufe e caldaie a pellet.

L'evoluzione tecnologica delle stufe a pellet è sempre più veloce e questi prodotti si stanno ormai affermando come la soluzione ideale del mercato del riscaldamento domestico. Per questa ragione Gruppo San Marco si agiorna costantemente per diventare referente sul mercato della vendita e dell'assistenza sulle stufe a pellet Laminox e non solo.

Oggi le stufe a pellet, oltre ad essere rispettose per l'ambiente, sono divenute altamente performanti ed affidabili. Nel corso di formazione organizzato da Laminox al quale hanno partecipato gli esperti della San Marco,  sono stati affrontati i futuri scenari dell'evoluzione di questi prodotti e tutte le novità di un mercato in grande crescita.

In questo post vogliamo condividere con voi curiosità e notizie utili sul mondo delle stufe a pellet Laminox!


1- Quali norme sono tenuti a rispettare i produttori di stufe e termostufe a pellet?

Il rispetto delle normative EN (13785, 13240 e 303-5) relative a questa tipologia di prodotti coincide con la mission dell'azienda, la quale si traduce nella costante volontà di migliorare la produzione rispettando i più elevati standard europei e nell’impegno alla condivisione di informazioni di natura ambientale ed energetica tra produttori, professionisti e clienti finali.

 

2- Quali sono i vantaggi di realizzare stufe a pellet in acciaio Cor-ten?

L’acciaio Cor-ten è resistente alle alte temperature ed è indeformabile nel tempo. L’utilizzo di materiali performanti di qualità permette di aumentare la durata di vita dei prodotti Laminox.


3- Cosa sono le Schede micronova, i circolatori DAB-Wilo, l'estrattore fumi Natalini, i ventilatori Emmevi? Fanno la differenza in termini di qualità e funzionalità?

Laminox Idro sceglie i migliori fornitori italiani ed europei per garantire al cliente componentistica all’avanguardia in termini di risparmio energetico, sicurezza e qualità costruttiva. Ecco perchè sceglie tutti questi componenti, per offrire al cliente finale delle stufe e termostufe a pellet indistruttibili e di qualità a prezzi accessibili a tutti.


4- Dove sono prodotte e progettate le stufe a pellet Laminox?

Le stufe a pellet così come tutti  gli altri prodotti Laminox sono prodotte a Sarnano (MC), un comune montano delle Marche che ha una lunga tradizione nella filiera della valorizzazione delle energie agroforestali.


5- Perché la linea Laminox Idro viene denominata: "il trattore delle stufe a pellet"?

L’immagine del trattore è spesso evocata dai centri di assistenza tecnica autorizzati Laminox. Analizzandola, l'immagine rappresenta in effetti la perfetta sinergia di tecnologia, robustezza e affidabilità proprie delle nostre macchine.


6- Quante Stufe a pellet produce Laminox ogni anno?

Ad oggi Laminox produce circa 10.000 prodotti tra stufe a pellet, pellet idro, termostufe e caldaie a pellet. La rapida evoluzione soprattutto nella vendita online grazie a rivenditori come San Marco, sta portando l'azienda ad una crescita molto rapida.


7- Quali sono i punti di forza della stufe a pellet multifire della linea Omnia?

I modelli Omnia hanno un bruciatore dotato di un meccanismo rotante di pulizia (brevetto Laminox Idro) che assicura al cliente le migliori prestazioni ed il massimo comfort di utilizzo: la cenere e i residui di combustione sono scaricati automaticamente in un cassetto cenere di ampie dimensioni, gli interventi di pulizia manuale del braciere si riducono alla sola manutenzione straordinaria di fine stagione. Lo stesso sistema permette inoltre di bruciare efficacemente qualsiasi tipo di pellet, come noccioli di oliva lavati e frantumati, gusci di nocciole e mandorle triturati.


8- Cos'è e a cosa serve il debimetro?

Il debimetro fa parte di un sistema intelligente di gestione elettronica dei parametri di combustione che garantisce sempre un rendimento ottimale della stufa, anche in presenza di normali variazioni dei fattori esterni, quali ad esempio la qualità del pellet utilizzato, il tiraggio della canna fumaria e l’altitudine a cui è situata l’installazione.

 

9 - Come si calcola la potenza in kw necessaria riscaldamento della propria casa?

Per calcolare la potenza di una stufa a pellet necessaria a riscaldare la propria casa si può procedere nel seguente modo: Potenza richiesta = Volume da riscaldare x 35W


10 - Quali sono le caratteristiche del bruciatore brevettato CCS in acciaio inox Aisi 309 refrattario?

La forma circolare, la geometria del fondo e dei fori del bruciatore Laminox (brevetto CCS) garantiscono migliore ossigenazione e temperature di combustione più elevate rispetto alla media dei prodotti presenti sul mercato, il risultato è una fiamma pulita e performante.

                                                                                                                                              (Fine prima parte)

Scritto da Gruppo San Marco

0 Commenti

Scrivi Commento

Nome:
 
Commento:
Nota: HTML non è tradotto!
Captcha
  • Visa Electron
  • Visa
  • Paypal
  • Mastercard
  • Maestro
  • Cirrus
  • Postepay
  • Bancomat
  • Sella Personal Credit