Una panoramica sulle piscine autoportanti

Facili da montare e economiche, le piscine autoportanti rappresentano il giusto approccio al mondo delle piscine fuori terra


Il primo passo verso il mondo delle piscine, che siano esse piscine fuori terra o piscine interrate, è spesso quello che porta all’acquisto di una piscina autoportante. Il vantaggio di questo tipo di piscine è quello di essere tra le più economiche in assoluto e molto semplici da montare. Con un investimento molto ridotto, il primo approccio alle piscine da esterno può permettere di abituarsi alla gestione e alla manutenzione della piscina ed eventualmente successivamente decidere se passare a dei tipi di piscine più impegnativi e più costosi. Avrete una struttura allo stesso tempo leggera, pratica ma anche molto resistente per un divertimento senza eccessive preoccupazioni.

Le caratteristiche delle piscine autoportanti

Le piscine autoportanti sono in forma ovale o rotonda (quelle per bambini anche di forma rettangolare) e possono essere di due categorie, quelle totalmente gonfiabili e quelle parzialmente gonfiabili. Le prime sono generalmente di piccole dimensioni e costituite dall’intera struttura gonfiabile; sono le piscine tipiche per bambini. Le seconde invece hanno un anello sulla circonferenza della piscina che gonfiandosi è in grado di reggere tutta la struttura rendendola così autoportante; inoltre, per quelle più grandi di dimensione ovale, sono anche previsti sostegni laterali per una maggiore stabilità. In entrambi i casi, in pochissimo tempo, la vostra piscina sarà pronta all’uso grazie alla loro semplicità di montaggio. È bene ricordare come di fondamentale importanza, in fase di montaggio, sia la scelta della superficie su cui sarà posta la piscina; scegliere superfici piane, infatti, aiuta a preservare la piscina dal deterioramento che pietre o altro materiale, possono causare.

La manutenzione delle piscine autoportanti

Una volta pronta la struttura della vostra piscina autoportante dovrà essere solo riempita d’acqua che però, prima di essere utilizzata, dovrà essere trattata con i giusti prodotti chimici (trattamenti definiti di “shock”). Per quanto concerne il filtro piscina da utilizzare, si può utilizzare una pompa con filtro a cartuccia, idonea a questo tipo di piscine in grado di garantire un’ottima resa a costi inferiori. Resta inteso che però, per piscine di maggiori dimensioni è sempre possibile utilizzare pompe con filtro a sabbia. Per la pulizia del liner si può utilizzare sia un kit di manutenzione manuale che un robot idraulico, mentre per la pulizia dell’acqua il ricorso a prodotti chimici è strettamente connesso al tipo di filtraggio dell’acqua. Con la fine dell’estate, grazie alla già citata facilità di montaggio, questo tipo di piscine possono essere smontate e conservate fino all’arrivo della stagione successiva.

Ecco un video tutorial su come montare una piscina autoportante Bestway:

Quali modelli di piscine autoportanti sono presenti sull’ecommerce San Marco

Nello store online San Marco, sono tante le piscine autoportanti disponibili. È infatti presente una vasta scelta tra i marchi Intex, Bestway e San Marco con tanti modelli in diverse forme, misure e materiali. C’è solo l’imbarazzo della scelta dalle mini piscine per bambini della Intex fino alla bellissima Piscina fuori terra San Marco da 8 metri di lunghezza. In particolare le piscine San Marco autoportanti uniscono le migliori caratteristiche degli altri marchi creando un prodotto di altissima qualità con il vantaggio ulteriore di essere dotate di numerosi accessori inclusi.

Scritto da Gruppo San Marco

Prodotti collegati a questo articolo

Piscina fuori terra Intex Oval Frame 610X366x122 cm
Piscina fuori terra Bestway Fast Set rotonda 457x122 cm

0 Commenti

Scrivi Commento

Nome:
 
Commento:
Nota: HTML non è tradotto!
Captcha
  • Visa Electron
  • Visa
  • Paypal
  • Mastercard
  • Maestro
  • Cirrus
  • Postepay
  • Bancomat
  • RateinRete