Stufa a pellet Cortina e modello Fiorina 90: cosa cambia

 

Stufa a pellet Cortina e modello Fiorina 90: cosa cambia

Una guida alla scelta delle stufe a pellet più vendute


Vuoi acquistare una stufa a pellet e sei indeciso su quale modello orientarti tra la Cortina e la Fiorina 90?

Una cosa è certa, scegliere finalmente il riscaldamento ecologico e ricco di comfort per la tua casa è già un’azione vincente. Non ti resta adesso che sapere tutto quello che ti serve per effettuare la scelta giusta.

Si tratta in entrambi i casi di modelli di stufe a pellet non canalizzabili, in grado di riscaldare oltre 220 m3 e di trasmettere calore anche agli altri ambienti della casa. Sia Fiorina 90, sia Cortina sono degli ottimi dispositivi di riscaldamento dotati di una camera di combustione destinata alla conversione del combustibile in fiamma in calore, ed è proprio questa la particolare caratteristica che le rende le più amate dai consumatori, oltre che ovviamente a differenziarle da altre fonti di riscaldamento.

Il calore diramato da entrambe le stufe nell’ambiente, ti mostrerà sin da subito l’ottimo rapporto qualità-prezzo che sono capaci di offrire; noterai che riuscirai a limitare i costi di spesa fino al 40% rispetto ai tradizionali metodi di riscaldamento.

Ma quale scegliere?

Acquistare la stufa a pellet Fiorina 90 significa sicuramente avere un ottimo prodotto in casa, che ti permetterà anche di usufruire dei benefici offerti dalla detrazione fiscale. La Fiorina 90 a differenza però del modello di stufa a pellet ventilata Cortina di San Marco, ti permetterà di ottenere una resa termica, sì elevata, ovvero del 94,3% ma leggermente inferiore alla sua sorella separata alla nascita, che invece raggiunge fino al 95,03% e ti consentirà allo stesso modo di sfruttare i vantaggi della detrazione fiscale.

La stufa a pellet Fiorina 90 ha una resa globale di 10,1 Kw a differenza invece di Cortina, che attraverso una caldaia monoscocca è in grado di raggiungere una potenza globale di 11.1 kw.

Entrambe sono dotate di certificazione 4 stelle, classe energetica A+ e 5 livelli di potenza e garantiscono standard di qualità elevati e sicuri grazie ai vari sensori di cui sono dotate quali anti-surriscaldamento, controllo uscita fumi e termostato.

Cortina di San Marco però, vince il confronto perché ha una garanzia di 5 anni sul corpo caldaia, che è monoscocca, permette una programmazione di 2 accensioni e spegnimenti al giorno anche differenziando le fasce orarie di accensione e spegnimento nei diversi giorni della settimana e in ultimo, il consumo di Cortina in una giornata media di 8 ore di accensione è di soli 50 watt/ora contro i 100 watt/ora. Questo significa che la differenza sarà pari a 400 watt al giorno!

La capacità del serbatoio della stufa a pellet Cortina inoltre è più elevato di quella di Fiorina 90, il ché significa che dovrai rifornire di pellet il serbatoio meno spesso. Così facendo, ti accorgerai come quei cilindri legnosi saranno convogliati attraverso un condotto per gravità nella camera di combustione, processo questo che avviene nell’immediato istante in cui attiverai il comando d’accensione della stufa.

Sia Cortina, sia Fiorina 90 attraverso il bruciatore in ghisa consentono una seconda combustione, in grado di bruciare tutti i gas rimasti incombusti, migliorando così i rendimenti e rendendo assolutamente contenute le emissioni in atmosfera.

Entrambe dotate di una porta a chiusura ermetica che evita le fuoriuscite di fumi nell’abitacolo, le due stufe a pellet in questione, possiedono anche un ampio vetro posizionato sulla porta, che consente di osservare la fiamma all’interno della camera di combustione e di creare l’atmosfera calda e accogliente tipica del focolare.

Ma la vera spina del fianco alla base di questo confronto tra due eccezionali modelli di stufe a pellet è la differenza di prezzo, di quasi 200 euro, per due prodotti che sono esattamente quasi di pari livello, con qualche picco di eccezionalità a favore della stufa a pellet Cortina di San Marco.

Infatti il prezzo della stufa ventilata Cortina, 779 euro, batte decisamente quello di Fiorina 90, di 939 euro (rilevazione prezzi del 22/11/2018 su una media rilevata nelle seguenti piattaforme: Grupposanmarco, Ebay, Manomano e Amazon) e ti consentirà, una volta acquistata, di avere un dispositivo di riscaldamento composto da un sistema di ventilazione in grado di riscaldare omogeneamente l’ambiente, garantendo un alto livello di comfort e benessere.

Scritto da Gruppo San Marco
  • Visa Electron
  • Visa
  • Paypal
  • Mastercard
  • Maestro
  • Cirrus
  • Postepay
  • Bancomat
  • Sella Personal Credit