Proteggere l’arredo giardino durante l’inverno: 3 accorgimenti essenziali


Come mantenere l'arredo esterni come nuovo?

Finita l’estate vi sarete certamente preoccupati di come conservare le vostre sedie o tavoli da giardino affinché il gelo e le intemperie non li rovinino. Ormai siamo in inverno inoltrato e presto, specialmente nelle regioni più calde, potrebbe arrivare il momento di ritirarli fuori, magari anche per un’occasionale domenica con amici e parenti.

Vediamo dunque cosa fare per conservare i mobili al meglio e, soprattutto, per evitare che perdano l’aspetto lucente e fresco che hanno al momento dell’acquisto.

 

  1. 1- Tenete sempre sotto controllo il livello di umidità

Questo vale per tutti i tipi di mobili da giardino (in ferro, in legno, in plastica, in rattan ecc.). Se avete una cantina e decidete di riporli all’interno da un lato avete un vantaggio rispetto a chi li lascia all’aperto, dall’altro, però, se la cantina è troppo umida e fredda rischiate che il ferro si ossidi o che il legno acquisti il tipico colore opaco, sul grigio, del legno vecchio.

L’ideale sarebbe aver proceduto alla verniciatura o all’uso di un prodotto specifico per il legno, come si suggerisce in questo interessante articolo di Lavorincasa, prima dell’inverno; se non l’avete fatto, è essenziale comunque mantenere asciutti gli ambienti di riposo dei vostri mobili. Allo stesso modo, se li lasciate all’esterno, oltre a proteggerli con uno specifico telo in poliestere o pvc, controllate regolarmente che non si formino sulla sua superficie depositi d’acqua.

  1. Non lasciateli esposti all'irrigazione degli annaffiatoi o nei pressi delle piscine. Questo perché le muffe possono seriamente alterare aspetto e consistenza, e rendere più difficile l’operazione di conservazione nel tempo.

 

  1. 2- Evitate l’esposizione diretta e prolungata alla luce solare

Molti magari credono che in inverno la luce del sole sia meno dannosa. Gli sbalzi di temperatura, invece, incidono profondamente sulla verniciatura dei mobili da giardino, così come i raggi ultravioletti.

Anche se avete scelto mobili verniciati con i metodi più moderni (a polvere, per esempio), adatti a resistere all’aggressione degli agenti esterni, evitate di esporli troppo durante la domenica con i parenti anticipata prima; l’ideale sarebbe comunque proteggerli con tovaglie incerate e sotto ombrelloni, gazebi, porticati.

 

  1. 3- Verniciateli o usate prodotti specifici per nutrirli almeno due volte l’anno

Molti siti e blog suggeriscono la verniciatura come metodo protettivo di eccellenza. Il legno teak, di cui abbiamo già parlato in questo post, può essere nutrito con un olio specifico, che ne previene le screpolature, da applicare a seconda del tipo del prodotto, ma in generale quando il legno inizia a dare segni di schiarimento.

Per la pulizia scegliete un detergente neutro specifico e una spazzola con peli duri, il più fitta possibile. Se volete essere certi che sia adatta fate una prova su una superficie di legno o simile di cui poco vi importa: se non lascia sporco e soprattutto segni, è quella giusta per voi.

Scritto da Gruppo San Marco

Prodotti collegati a questo articolo

0 Commenti

Scrivi Commento

Nome:
 
Commento:
Nota: HTML non è tradotto!
Captcha
  • Visa Electron
  • Visa
  • Paypal
  • Mastercard
  • Maestro
  • Cirrus
  • Postepay
  • Bancomat
  • RateinRete