Filtri a sabbia monostrato e multistrato

Scopriamo le differenze


I filtri a sabbia sono probabilmente i sistemi di filtrazione più utilizzati dai possessori di piscine fuori terra. Rispetto ai filtri a cartuccia sono più costosi, ma sicuramente sono più performanti. I filtri a sabbia si dividono in filtri monostrato e filtri multistrato.

 

Filtri a sabbia monostrato

I filtri monostrato sono quelli utilizzati nella maggior parte delle piscine fuori terra. Sono costituiti da un letto filtrante di sabbia omogenea. Solitamente, in questi filtri si aggiunge uno strato ulteriore di granaglia disomogenea, per assestare la sabbia più fine che svolge la funzione di filtrazione vera e propria.

Questi filtri a sabbia sono attraversati dall’alto verso il basso dall’acqua, e questo è dovuto alla gravità. In questo modo l’acqua viene portata in alto da un diffusore, scende attraverso il filtro di sabbia e, in fondo viene ripresa da alcune candelette per essere rimessa in circolo.

Tale funzionamento, che apparentemente risulta semplice, richiede in realtà una tecnologia molto particolare. Per questa ragione il nostro consiglio è di utilizzare solo filtri a sabbia di prima qualità, come ad esempio i filtri Gre.

È necessario effettuare periodicamente i cosiddetti “controlavaggi” che consentono, facendo passare l’acqua nel senso opposto, di eliminare tutto lo sporco che si accumula nelle normali fasi di filtrazione.

 

Filtri a sabbia multistrato

I filtri a sabbia multistrato, sono invece indicati per piscine pubbliche, di grandi dimensioni. Differiscono dai normali filtri a sabbia in quanto il letto filtrante è costituito da vari strati di granulometria decrescente verso il basso. Grazie alla forma irregolare e alle dimensioni maggiori, questo tipo di filtro a sabbia permette all’acqua di scorrere rapidamente trattenendo le impurità e anche una buona percentuale di batteri.

La composizione del letto di filtrazione è fondamentale per il funzionamento di questo tipo di filtri e se non viene strutturata correttamente può rendere la filtrazione inutile o dannosa.

Scritto da Gruppo San Marco

Prodotti collegati a questo articolo

2 Commenti

Massimo On 02.03.2015
Buonasera. Veramente la circolazione dell'acqua all'interno del filtro è data dalla gravità come scritto nell'articolo? Grazie mille della risposta! Rispondi a questo commento
Gruppo San Marco On 02.03.2015
Ciao Massimo, può sembrare una cosa curiosa, ma è proprio così. Tu possiedi una piscina fuori terra?
Vis. da 1 a 1 di 1 (1 Pagine)

Scrivi Commento

Nome:
 
Commento:
Nota: HTML non è tradotto!
Captcha
  • Visa Electron
  • Visa
  • Paypal
  • Mastercard
  • Maestro
  • Cirrus
  • Postepay
  • Bancomat
  • RateinRete