Come installare una piscina fuori terra rigida fai da te 

Per capire in anticipo come muoversi e quali attrezzi sono necessari


Le piscine rigide fuori terra sono progettate per essere installate senza essere degli esperti del fai da te, restando ad ogni modo dei prodotti di eccezionale qualità. In base alla dimensione e al numero di persone, il montaggio di una piscina fuori terra rigida può aver bisogno da uno a due giorni. Un modo per accelerare i tempi è sicuramente farsi trovare preparati a tutte le esigenze che questa attività comporta. 

 

1) Prepara gli attrezzi

Proprio per non perdere tempo, rischiando di perdere anche elementi utili all’installazione, è importante procurarsi i seguenti attrezzi:

  • Pala;
  • Rotella metrica;
  • Cacciavite a croce;
  • Nastro adesivo robusto;
  • Sabbia;
  • Filtro;
  • Skimmer;
  • Mattonelle per esterni (5 x 20 x 40 cm);
  • Chiave inglese (da 8 e da 6 mm);
  • Livella;
  • Rastrello

 

2) Scegli l’area giusta

La zona ideale dovrebbe avere uno spazio di almeno 3 metri da alberi o eventuali ostacoli, così da permettere un’agevole entrata ed uscita dei bagnanti. Cosa ancora più importante è che la superficie deve essere completamente piana, o l’acqua seguirà la pendenza. L’unico modo per essere certi del livello del terreno è utilizzando gli appositi strumenti, come ad esempio una livella appoggiata a una tavola dritta da carpentiere. 

 

3) Trova il punto centrale dell’area

Prendi come riferimento una struttura già esistente, come un muro o un’albero, e  traccia il segno nel punto in cui ci sarà il bordo della piscina. Da questo punto in poi misura una distanza pari alla metà dell'ampiezza della piscina: questo sarà il centro esatto della piscina. 

 

4) Prepara il terreno

Misura in maniera approssimativa il perimetro della piscina, prendendo a riferimento il centro, e poi inizia a preparare il terreno tagliando l’erba all’interno dell’area interessate. Una piscina montata sull’erba infatti può perdere stabilità o sprofondare nel corso del tempo. Una volta rimossa l'erba, rastrella la superficie per eliminare ogni residuo d’erba, radici, o sassi.

 

5) Monta l'anello di base 

L’anello inferiore è la prima parte da montare perché servirà da binario per le pareti: è composto da stabilizzatori, piastre e barre. Le piastre - dette ‘di fondo’ -  sono in metallo o resina, oppure possono essere dei manicotti di plastica. Gli stabilizzatori, ovvero le e barre più piccole, si agganciano sul lato. Le barre di fondo invece sono sempre dritte e più grandi degli stabilizzatori.

Per montare l’anello inferiore basta far scorrere una barra di fondo all'interno della piastra fino alla fossetta. Misura il bordo inferiore in diversi punti, per accertarti che la piscina sia delle dimensioni giuste e davvero circolare. Se tutti i valori corrispondono, fissa l'anello nella sua posizione.

Per dare maggiore supporto alla base della piscina puoi attuare piccoli accorgimenti come livellare ogni piastra: considera che tutti questi elementi devono trovarsi a 1,5 cm l'uno dall’altro. Disponi una mattonella per esterni sotto ciascuna piastra,  dovrebbe essere leggermente interrata per far sì che il bordo inferiore della piscina resti sempre a filo con il suolo. Poi togli una barra di fondo per inserire la sabbia e fai un segno su due piastre di fondo connesse fra loro, in modo da poter rimontare il pezzo nel posto giusto, dopo avere posizionato la sabbia. Trasporta la sabbia nella zona della piscina, potrebbero servirti da 1 a 55 m di sabbia in base alle dimensioni della piscina. Rimonta la barra di fondo e disponi la sabbia in maniera uniforme su tutta la superficie che verrà occupata dalla piscina.

 

6) Monta le pareti

Una volta montato l’anello di base in maniera stabile, puoi passare all’installazione delle pareti che vengono inserite appunto nei binari presenti sulle piastre di fondo. La prima cosa a cui fare attenzione è trovare l’apertura dello skimmer sui pannelli: la parte che contiene l’apertura sarà la parte delle pareti da mantenere in alto. Per un sostegno ulteriore puoi usare dei paletti di sostegno durante il montaggio. 

 

L’operazione è davvero molto semplice: fai scivolare i pannelli nel binario centrale delle piastre di fondo e continua così per tutta la circonferenza della piscina.  Se gli elementi non si allineano esattamente alla chiusura del cerchio, puoi spostare le barre di fondo verso l'interno o l'esterno, in modo da assicurare una perfetta aderenza. Ora puoi bloccare fra loro tutti gli elementi della parete esterna.

Qui ti serve tutta la minuteria in dotazione: fissa dadi e bulloni nelle spalliere a fila singola dotate di rivetti preinstallati. Le pareti con elementi sfalsati invece non sono dotate di spalliere premontate, e in questo caso devi allineare i pezzi, montare un elemento all'interno della piscina e uno all'esterno. Alla fine, li dovrai collegare con dadi e bulloni. Ricorda che le varie spalliere non devono toccarsi fra loro.

 

Copri la testa dei bulloni con tre strati di nastro adesivo robusto per evitare che il rivestimento (liner) si strappi successivamente. Installa la modanatura concava (di 15-20 cm) lungo il perimetro interno delle pareti della piscina e fissa il montante verticale sopra le piastre di fondo. Presta attenzione, perché il lato superiore è indicato da un foro in più al centro. Riempi la modanatura concava con molta cautela per non graffiare le pareti della piscina. 

 

7) Installare il liner

Un suggerimento per semplificare le operazioni è quello di stendere il liner al sole così che sia perfettamente asciutto. Lavora la sabbia in modo che sia perfettamente liscia e poi stendi il liner piano piano entrando nella vasca a piedi scalzi. Solitamente prima della stesura del liner, molti preferiscono inserire sul fondo un tappeto soft-walk o dei tappeti modulari soffici in modo che quando si appiederà in piscina si possa avere una superficie morbida ed oltretutto può attutire eventuali colpi dovuti a tuffi o altro.

I modelli "a scatto" si agganciano in un binario separato che si trova lungo il perimetro della piscina, sul bordo superiore della parete. I liner con bordo a "V" invece non hanno bisogno di grande lavoro; le barre stabilizzatrici bloccano questo tipo di rivestimento al suo posto. Infine, ci sono i liner che penzolano fuori dal bordo della piscina; questi vanno bloccati con delle corde di fissaggio. 

 

Una volta appoggiato il liner puoi montare le barre stabilizzatrici lungo il bordo superiore delle pareti: non preoccuparti se presenta ancora delle grinze, si distenderanno una volta riempita la vasca di acqua. Ora puoi passare al montaggio delle piastre, delle barre superiori e infine delle coperture che dovrebbero incastrarsi facilmente gli uni negli altri, se hai eseguito correttamente le fasi precedenti.

Per fissare le piastre superiori nei montanti verticali, accertati che siano perfettamente dritte usando una livella; al termine, bloccale in posizione serrando le loro viti. Poi installa le barre superiori, disponendole attorno alla piscina e serrandone le viti solo quando sono state posizionate tutte. Infine puoi fissa le coperture superiori ai montanti verticali per sigillare il tutto. 

 

8) Riempi la piscina

Inizia versando appena qualche cm di acqua e cammina nella vasca lisciando il liner dal centro verso l’esterno. Poi riempi l’acqua fino a metà della vasca e procedi con l’installazione del filtro e dello skimmer seguendo le istruzioni. Dopo averli montati puoi riempire tutta la vasca e goderti finalmente la tua nuova piscina da giardino!

 

Fonte immagini wikihow

 

SalvaSalva

Scritto da Gruppo San Marco

Prodotti collegati a questo articolo

  • Visa Electron
  • Visa
  • Paypal
  • Mastercard
  • Maestro
  • Cirrus
  • Postepay
  • Bancomat
  • RateinRete