Cloro Shock e prodotti chimici, sistema di filtrazione, pulizia delle pareti. Da dove iniziare?

L’estate incalza e così anche la voglia di tornare a godersi tuffi e bagni in piscina. La riapertura delle piscine è un tema caldo e importante per tutti i proprietari e gestori di piscine, per questo su San Marco lo affrontiamo ciclicamente con approfondimenti e delucidazioni.

Prima di riaprire la piscina è necessario fare un checkup completo di acqua, pareti, filtro e ph, ma se adotterete le precauzioni e i provvedimenti elencati in questo breve riepilogo, potrete fugare ogni dubbio e usufruire della piscina non appena possibile.

riaprire-la-piscina.jpg

Pulire il filtro della piscina

Il punto di partenza per la riapertura della piscina dopo l’inverno è il filtro. A seconda che abbiate un filtro a sabbia o un filtro a cartuccia, cambia l’approccio per ripristinarlo correttamente e riportarlo in attività.

Il filtro a sabbia

filtro-piscinaSe avete un filtro sabbia, controllate se nella sabbia non si siano formate delle incrostazioni di calcare e nel caso rimuovetele. La disinfezione del filtro va fatta con prodotti a base di perossido, per eliminare tutti i batteri e i micro-organisimi.

Poi, si può passare ad un ciclo di controlavaggio con una soluzione di acido paracetico stabilizzato con acqua ossigenata in un terzo di acqua del filtro, operazione da ripetere più volte per maggiore sicurezza.

Se il filtro ha più di 3-4 anni, allora è tempo di cambiarlo e sostituirlo con uno nuovo.

Consigli per gli acquisti >> I migliori filtri a sabbia per la vostra piscina

Il filtro a cartuccia

Se disponete di un filtro a cartuccia potete lavarlo iniettandolo con un getto d’acqua dall’interno verso l’esterno oppure usando una idropulitrice. Inoltre, la cartuccia va del filtro va lavata a parte, tenendola in ammollo per una notte in acqua con disincrostante.

Utilizzo del Cloro Shock ad azione rapida

Se possedete una piscina, che sia fuori terra o interrata, è fondamentale avere cura dell’acqua che contiene. Sembra un’ovvietà, eppure in molti sottovalutano questo passaggio. Per farlo, bisogna innanzitutto procurarsi un pool tester e prepararsi alle diverse fasi di clorazione. La clorazione si distingue in clorazione d’urto e clorazione lenta, trattamenti entrambi importanti da condurre durante l’anno.

Approfondisci >> Cloro per piscina: come utilizzarlo, sceglierlo e dosarlo

cloro-pulizia-piscinaPer la preparazione della piscina all’estate, la prima cosa da fare è verificare il pH della piscina con il pool tester; il pH ideale dev’essere tra il 7.2 e 7.6.

Dopodiché si procede con il cloro shock, cloro liquido ad alta concentrazione che serve a portare una sanificazione immediata della piscina dopo i mesi di chiusura.

In questo modo andrete a uccidere tutti i micro-organismi, sterilizzare l’acqua e renderla di nuovo limpida e pulita.

A questo trattamento d’urto, potete aggiungere anche un trattamento con un antialghe oppure di flocculante.

Ricordatevi di ripetere il trattamento d’urto alla fine della stagione, per lasciare la piscina in condizioni stabili, e di effettuarlo nuovamente dopo ogni evento particolarmente importante in piscina, come feste o bagni con più persone.

Pulire le pareti con un disincrostante per piscina specifico

Disincrostare le pareti e il fondo delle pareti, eliminare residui organici o depositi di calcare, è un passaggio necessario per la preparazione della piscina all’estate. La pulizia della piscina va operata con detergenti acidi disincrostanti, da scegliere e dosare a seconda della grandezza della vasca e del tipo di sporco da eliminare.

Per procedere correttamente consigliamo di fare prima dei test su una porzione di piscina, senza mai mescolare i prodotti acidi con il cloro.

Per questo è necessario risciacquare la piscina dopo l’utilizzo di ogni prodotto, lasciando lo scarico dell’impianto di filtrazione aperto e facendo scorrere liberamente l’acqua.

Con la giusta dedizione, poi, provvedete alla rimozione dei depositi organici manualmente dal fondo, munendosi anche di antialghe.

Svuotamento della piscina, sì o no

Iniziamo con lo sfatare un mito: lo svuotamento della piscina non è per forza necessario ad ogni cambio stagione. Naturalmente, tutto dipende dalle condizioni in cui si lascia la piscina: se il telo di copertura si lacera in parte o si stacca durante l’inverno, si può procedere ad uno svuotamento parziale, ossia del 30-40 % di acqua.

Prima di procedere allo svuotamento, consigliamo comunque di eliminare tutte le impurità usando un retino. Anzi: è consigliabile ripetere quest’operazione col retino almeno ogni sei mesi, onde evitare che la situazione sfugga di mano.

Nel malaugurato caso che la vasca sia stata completamente abbandonata, prima della riapertura della piscina è decisamente necessario procedere allo svuotamento totale per disincrostare al meglio pareti e fondo.

Consigli per gli acquisti >> I migliori kit di pulizia per piscina

Manutenzione del del telo di copertura, lo skimmer e gli altri accessori

telo-riapertura-piscina-greLa riapertura e preparazione della piscina alla stagione del suo massimo utilizzo può essere sicuramente agevolata se si ha cura di tutti gli aspetti e dettagli della piscina anche durante l’anno.

Per preparare la piscina in giardino senza brutti intoppi è fondamentale procedere con il suo avvio almeno in primavera, effettuando le prime operazioni di pulizia e trattamento con il cloro delle acque.

Altrettanto importante è prendersi cura del telo di copertura, riponendolo sempre nel modo corretto.

Assolutamente vietato ripiegarlo quando ancora è umido o bagnato: così non si fa altro che favorire la formazione di muffa e batteri.

Il metodo corretto è lavarlo, coprirlo di talco, sciacquarlo e asciugarlo sotto il sole.

Controllare lo stato dell'impianto di filtrazione, dare un’occhiata agli impianti elettrici ed accessori installati - come per esempio, l’impianto di riscaldamento -, tenere pulito lo skimmer o il canale di raccolta, sono tutte azioni importanti che garantiscono non solo la corretta manutenzione della piscina ma anche la semplice riapertura della piscina prima dell’estate, agevolandone la preparazione per la bella stagione.

Consigli per gli acquisti >> I migliori teli di copertura per piscina

 

Scritto da Gruppo San Marco

0 Commenti

Scrivi Commento

Nome:
 
Commento:
Nota: HTML non è tradotto!
Captcha