Side content

Product navigation

Filtri
    
Ambiente

Dicono di noi



Descrizione


Termosifone: il caldo in casa grazie a San Galli

E dove se non nella freddissima Russia poteva nascere il primo termosifone? Siamo a metà dell'Ottocento quando il geniale imprenditore di origini italiane Franz Karlovich San Galli realizzò un’invenzione che sarebbe stata destinata a diffondersi nelle case di tutto il mondo. Inizialmente era stata pensata per riscaldare le serre, per poi arrivare nelle case, partendo proprio dalle abitazioni nientedimeno che dello zar e della nobiltà russa. E così il radiatore o termosifone cominciò a creare il giusto tepore nelle gelide giornate invernali e oggi è impossibile immaginarci senza, soprattutto da quando hanno preso il sopravvento i termoarredi.

 

Dal termosifone al termoarredo

Come la parola stessa suggerisce, i termoarredi offrono il duplice vantaggio di riscaldare una stanza e di darle, al tempo stesso, un tocco di stile e design. Un oggetto utile e bello da vedere, dunque. In bagno soprattutto sono molto utilizzati termoarredi scalda salviette che, oltre a garantire un ingombro davvero minimo rispetto al tradizionale termosifone, permettono anche di poter riporre e asciugare teli e asciugamani. Da parete, muniti di specchio o a piantana, il termoarredo va scelto sempre tenendo conto delle dimensioni del bagno. Attenti, però, a non sceglierne uno troppo piccolo, soprattutto se funge anche da porta asciugamani: rischiereste di avere dei teli riscaldati ma un bagno completamente gelido!

 

Termoarredo: quale scegliere?

Quando si procede a un acquisto è sempre bene conoscere le caratteristiche del prodotto che si desidera acquistare, per fare così la scelta più giusta. Per questo, eccovi qualche ulteriore dettaglio sui termoarredi. Generalmente, si suddividono in base al loro funzionamento in due macro categorie. Ci sono quelli alimentati a caldaia: dei veri e propri termosifoni. E poi ci sono quelli elettrici che possono essere comodamente regolati e programmati tramite un termostato esterno. Una terza categoria, in via di espansione, è anche quella dei termoarredi ibridi, ovvero elettrici con termoventilatore incorporato. Ma non è finita qui. Importante è anche conoscere il materiale: acciaio o alluminio? Vien da sé che hanno una resa calorica, e quindi un prezzo, differente. L’acciaio infatti scalda come due elementi di alluminio, a fronte, però, di una spesa maggiore.

E adesso, pronti per l’acquisto?